Esaminate ogni cosa e trattenete ciò che è buono Paolo di Tarso
Tu sei qui:Home / Laboratori / Istituto Comprensivo"Don Milani" / Articoli / Bari incontra Don Luigi Ciotti

Bari incontra Don Luigi Ciotti

Gli alunni della III A della scuola secondaria "Ungaretti" incontrano il fondatore di Libera

Venerdì 9 febbraio, presso l’Istituto Salesiano di Bari, si è tenuto un interessante incontro con Don Ciotti, fondatore di Libera, il quale ha voluto incontrare gli alunni della scuola secondaria di I grado del territorio, il quartiere Libertà, per riflettere sull’importanza di essere “ Solchi di Verità e di giustizia” in una terra spesso agli onori della cronaca per episodi di criminalità e delinquenza.

Noi alunni della classe III A non siamo stati sordi al suo invito e così, benchè provenienti dal San Paolo, rione di periferia, abbiamo deciso di intervenire e in apertura illustrare ai presenti le nostre considerazioni sul concetto di legalità.

LEGALITA’ è il rispetto per noi stessi, orgogliosi di guardarci allo specchio e vedere riflessa l’immagine di ragazzi e ragazze che credono e riconoscono che esista una differenza tra ciò che è bene e ciò che è male .
Non è facile andare a scuola e essere oggetto di atti di bullismo o vandalismo, oppure girare per le vie del quartiere e notare che c’è chi è totalmente estraneo a ogni forma di civile convivenza: fa male, per chi come noi crede nel rispetto dell’altro.
Abbiamo infine concluso dicendo : ” Oggi siamo qui perché riteniamo essere testimoni, solchi di verità e di giustizia, pronti a lottare per un mondo migliore, consapevoli delle difficolta che incontreremo quotidianamente. Crediamo che la società in cui viviamo possa migliorare solo se portiamo avanti i valori trasmessici dalla famiglia e dalla scuola anche attraverso piccoli gesti di tredicenni che si trasformeranno, speriamo, in grandi imprese da adulti”.

Inoltre in qualità di reporter della “ Buona Notizia” abbiamo posto alcune domande a Don Ciotti come per esempio sul motivo per cui ha deciso di combattere le mafie, e soprattutto qual fosse il messaggio, che in quella occasione, voleva lasciarci.

Don Ciotti è stato incontenibile e generoso con la sua platea raccontando di sè e della sua lunga esperienza e ci piace concludere con questa sua citazione: “Nessuno riesce a fare tutto da solo. Se incontrate qualcuno che assicura di esserci riuscito, salutatelo e cambiate strada”.
Ecco il consiglio che ci ha voluto lasciare: la forza per cambiare la nostra società, afflitta spesso dall’illegalità e dall’ingiustizia, è data solo dall’unione e dalla cooperazione, dalla necessità di fare squadra …non esiste un “ IO” deve esistere solo un NOI!!!

Alunni della III A e prof.ssa Zubani A.

Azioni sul documento
archiviato sotto: ,

Partner del progetto
Logo Carime

La parola speranza viene dal tardo latino sperantia(m), ed indica uno stato d’animo, un sentimento, vissuto da chi è in fiduciosa attesa di un evento, di uno ...

Leggi tutto

Libero non è colui che fa tutto quello che vuole, libero è colui che usa delle proprie energie per fare di sé un bene grande. - Don Ersilio Tonini