Esaminate ogni cosa e trattenete ciò che è buono Paolo di Tarso
Naviga nella sezione

"Istruzioni per vivere la vita":
Presta attenzione.
Stupisciti.
Raccontalo.
– Mary Oliver

Tu sei qui:Home / Laboratori / Scuola primaria Preziosissimo Sangue / Articoli / Un' occasione di approfondimento e riflessione

Un' occasione di approfondimento e riflessione

Il Forum Bambini e Mass Media

Un' occasione di approfondimento e riflessione

Il 4 novembre 2016 siamo andati al forum “Bambini e Mass Media” al Palazzo della Città Metropolitana di Bari.

L’obiettivo del forum è quello di richiamare – giornalisti, pubblicitari ma anche noi consumatori-tutti alle proprie responsabilità.
Enzo Quarto, il portavoce del forum, è stata il primo a parlare, rileggendo la LETTERA DI BARI. Il discorso di Paola Romano- ASSESSORE COMUNALE ALL’ISTRUZIONE- riguardante la pubblicità mi ha colpito molto:noi non possiamo non far esistere la pubblicità ma dobbiamo avere i mezzi per criticarla.
La pubblicità dà idea del vero e del falso e influisce molto sulla società.

Successivamente a parlare è stato Felice Blasi, Presidente del CORECOM Puglia, un organo che controlla il sistema delle comunicazione della Puglia. Per Felice Blasi l’obbiettivo del forum è quello di far incontrare adulti e ragazzi.
La pubblicità deve distinguersi ,deve essere prontamente riconoscibile e non deve fare uso di tecniche subliminali,per questo motivo dopo un cartone animato non ci deve essere una pubblicità con lo stesso personaggio ,se no il bambino non riconosce la differenza.  Dopo c’è stata una  lezione scientifica sulle neuroscienze cognitive di Maria Faro Decaro. Le neuroscienze cognitive studiano le basi neurobiologiche e le funzioni cognitive,  cioè le capacità di stare attenti. Quando di fronte a noi c’è la pubblicità si attivano le funzioni cognitive,poi ci sono i neuroni specchio che capiscono il movimento e tendono a rispecchiarlo, a imitarlo.

A parlare della pubblicità in ambito di marketing è stato Marzio Bonferroni dicendo che il tema della pubblicità è di grande attualità e interesse; siamo attraversando un periodo di “Disintermediazione Multimediale”.

Don Alberto D’Urso, parroco di Bari, ha parlato del male che provoca la pubblicità del gioco d’azzardo,noi siamo disposti a spendere tutti i nostri soldi pur di giocare  solo per la minima possibilità di portare a casa una grande somma di denaro.
Abbiamo visto tanti filmati, tra cui quello della pubblicità thailandese, il cartone animato di Bozzetto e vari progetti delle università di Italia.
Mi è piaciuto molto il progetto sulla donna nella pubblicità, nel quale si diceva che la donna nelle pubblicità è usata come strumento per vendere un prodotto, diventando lei stessa un oggetto.
Secondo me, invece, la donna non è uno strumento e non è inferiore all’uomo.

Giovanna Fraccascia , III media

Azioni sul documento
archiviato sotto: ,

Partner del progetto
Logo Carime

La parola speranza viene dal tardo latino sperantia(m), ed indica uno stato d’animo, un sentimento, vissuto da chi è in fiduciosa attesa di un evento, di uno ...

Leggi tutto

Se i modelli di vita proposti ai giovani sono quelli della televisione, come si può pretendere che la gioventù più esposta e indifesa non sia criminaloide? E stata la televisione che ha concluso l’era della pietà e ha iniziato l’era del piacere - Pier Paolo Pasolini