Esaminate ogni cosa e trattenete ciò che è buono Paolo di Tarso
Naviga nella sezione

"Istruzioni per vivere la vita":
Presta attenzione.
Stupisciti.
Raccontalo.
– Mary Oliver

Tu sei qui:Home / Laboratori / Scuola primaria Preziosissimo Sangue / Articoli / Uno sguardo a lui e corriamo a raccontare l’ amore

Uno sguardo a lui e corriamo a raccontare l’ amore

Con una personalità diversa dalle altre donne del suo tempo, la Santa non solo ha dimostrato la sua grande fede nel Creatore, dedicando l’ intera vita ad annunciare le sue opere, ma è stata la prima fra tante a riconoscere l’ utilità dell’ istruzione per tutti

Uno sguardo a lui e corriamo a raccontare l’ amore

“Quando parliamo di amore, la nostra mente vaga e percepisce quali i sono i significati fondamentali di questa parola tanto comune quanto misteriosa. L’ amore appunto è qualcosa che va oltre il pensiero, oltre la razionalità ed è qualcosa che va oltre la stessa figura umana.”

L’ artefice di questa frase, protagonista della giornata di oggi, è Maria de Mattias. Con una personalità diversa dalle altre donne del suo tempo, la Santa non solo ha dimostrato la sua grande fede nel Creatore, dedicando l’ intera vita ad annunciare le sue opere, ma è stata la prima fra tante a riconoscere l’ utilità dell’ istruzione per tutti e in tutti i ceti, ricchi o poveri . Infatti credeva che le fanciulle ,un tempo costrette ad occuparsi solo della casa e delle faccende domestiche, dovessero aprirsi alla società del loro tempo; l’ unico modo per riuscirci era farlo attraverso la lettura e la scrittura.

Nelle sue numerose lettere affermò l’ utilità dello studio, anche elementare, per approcciarsi alla società del proprio tempo.
Quello che della santa mi è piaciuto è stato questo suo desiderio di portare la cultura “nel mondo”. Non mi aspettavo questa apertura ed è stato questo di lei che mi ha colpito; non soltanto avere questa sua panoramica sul mondo della cultura ma parlare del suo amore per Dio usando termini nuovi ed incisivi per una religiosa di metà Ottocento. Io sono stata colpita da questo suo volere narrare a tutti l’ amore di Dio.

E questo suo grande amore, questa sua grande fede mi riportano all’attualità, a quello che sta accadendo in questo momento nella Chiesa. Le dimissioni di papa Ratzinger: molti non le considerano un gesto di spiritualità, ma una rinuncia per paura. Ma ci vuole molto coraggio a rinunciare, nessuno oggi rinuncia al comando, al potere politico, religioso o laico che sia. Ciò non significa che chi non rinuncia amministri il suo compito correttamente. Rinunciare significa sì ritirarsi ma anche dare la possibilità a qualcun altro di compiere un dovere nel migliore modo possibile. Questo mi sembra molto in sintonia con l’ argomento di oggi: la santa fondatrice. Come lo stesso Benedetto XVI ha avuto critiche per la scelta fatta, così è facile pensare le abbia avute Maria de Mattias, perché a quei tempi far studiare le ragazze non era accettato tanto facilmente.

Santa Maria de Mattias e Papa Ratzinger, due persone che hanno segnato la storia per le cose fatte nella loro vita, ma anche per la loro grande fede in Dio. Per questo non verranno mai dimenticati.

Rebecca Stragapede

Azioni sul documento
archiviato sotto:

Partner del progetto
Logo Carime

La parola speranza viene dal tardo latino sperantia(m), ed indica uno stato d’animo, un sentimento, vissuto da chi è in fiduciosa attesa di un evento, di uno ...

Leggi tutto

La comunicazione tra gli uomini, per essere vera esige gratuità e accoglienza - Carlo Maria Martini