Esaminate ogni cosa e trattenete ciò che è buono Paolo di Tarso
Naviga nella sezione

"Istruzioni per vivere la vita":
Presta attenzione.
Stupisciti.
Raccontalo.
– Mary Oliver

Tu sei qui:Home / Laboratori / Scuola primaria Preziosissimo Sangue / Articoli / Riflessioni degli alunni in occasione della Giornata Mondiale dell'acqua

Riflessioni degli alunni in occasione della Giornata Mondiale dell'acqua

Riflessioni degli alunni della classe III della scuola primaria - Istituto "Preziosissimo Sangue"

Riflessioni degli alunni in occasione della Giornata Mondiale dell'acqua

Stamattina mi sono svegliato alle 7.15. Ero emozionato! Oggi a scuola dovevamo andare alla Biblioteca Nazionale. Quando siamo arrivati, abbiamo incontrato Liliana Carone, l’illustratrice del libro che abbiamo letto “In un bicchier d’acqua”. Quando siamo entrati nell’auditorium  mi è sembrato bellissimo! Tutte le scuole hanno presentato qualcosa. Noi abbiamo presentato “La Primavera di Vivaldi”. Ogni bambino faceva qualcosa: io facevo l’uccellino. Il mio vestito era pieno di piume ed era bellissimo! Dovevamo essere veloci a vestirci, altrimenti era un guaio! I miei compagni erano vestiti da api e fiori.Prima del nostro spettacolo hanno parlato Liliana Carone, la direttrice della biblioteca e le direttrici delle scuole. I bambini dell’altra scuola hanno portato una poesia con dei suoni onomatopeici. Anche noi con il maestro di musica abbiamo recitato il temporale con il corpo: con le mani, con i piedi e con la lingua.

Marco Pariboni , classe III - scuola primaria

 

Oggi siamo andati alla Biblioteca Nazionale di Bari a festeggiare la giornata mondiale dell’acqua. Delle persone hanno letto dei libri che parlavano dell’acqua e della sua importanza. Poi la scuola Piccinni ha interpretato uno spettacolo, ma anche noi l’abbiamo fatto: prima, abbiamo cantato “Piove pioviccica”, cioè un gioco ritmico sull’acqua, poi abbiamo interpretato “Il Coro della Pioggia” e infine abbiamo fatto il risveglio della natura, dove io interpretavo la parte del sole.

Fabrizio Patarino, classe III - scuola primaria

Oggi siamo andati a fare una lezione speciale, nella Biblioteca Nazionale di Bari. Lì c’erano tante persone e tra queste c’era Liliana Carone, l’illustratrice del libro intitolato “In un bicchier d’acqua”. C’erano anche gli alunni della scuola Piccinni. Dentro una sala c’era una mostra con i nostri lavori fatti con il tema “Sorella acqua”. La scuola Piccinni ha fatto una rappresentazione sui suoni dell’acqua, invece la nostra scuola ha recitato una poesia e ha fatto un balletto sulle note di Vivaldi “Il risveglio della primavera”. E’ stata una giornata magnifica!!

Giorgia Fanelli, classe III - scuola primaria

 

Oggi in occasione della giornata mondiale dell’acqua, io e i miei compagni con le nostre maestre siamo andati alla Biblioteca Nazionale per partecipare, con le classi della scuola media IPS e alcune classi della scuola elementare Piccinni, a una manifestazione sull’importanza dell’acqua. Al nostro arrivo siamo andati a vedere la mostra dei lavori delle altre classi sull’argomento. Tra questi c’erano anche i nostri, che avevamo fatto a scuola con Liliana Carone, l’illustratrice del libro “In un bicchier d’acqua”. Dopo tutti insieme siamo andati nell’Auditorium, dove ad aspettarci c’erano le maestre, le direttrici delle scuola, ma soprattutto c’era la direttrice della Biblioteca Nazionale.
Ciò che maggiormente mi ha colpito è stato poter ascoltare Liliana Carone insieme all’editore del libro,ma anche ascoltare la lettura animata della signora Paola. Dopo gli interventi degli adulti, è arrivato il momento di noi bambini. Hanno incominciato gli alunni della scuola Piccinni con uno spettacolo sui suoni dell’acqua, poi hanno proseguito i ragazzi della scuola media e infine noi. Il nostro spettacolo era diviso in due parti: nella prima parte, con l’aiuto del nostro maestro di musica, abbiamo mimato i suoni dell’acqua; nella seconda parte, invece, con l’aiuto della maestra di italiano, abbiamo personificato con bellissimi costumi il risveglio della natura, accompagnati dalla musica del maestro Antonio Vivaldi. Infine ci siamo recati fuori per fare merenda prima di tornare a scuola.

Emma Gravagnuolo , classe III - scuola primaria

In occasione della giornata mondiale dell’acqua siamo andati alla Biblioteca Nazionale, dove la mia scuola, insieme alla Piccinni, ha partecipato ad una lezione sull’acqua. Una volta arrivati, abbiamo visto i nostri lavoretti e quelli dei bimbi della scuola Piccinni: tutti molto belli!Successivamente siamo andati in un’aula dove, con una signora, abbiamo parlato dell’acqua e del fatto che senza di essa non potremmo vivere.Dopo ci hanno detto alcune storie del libro “In un bicchier d’acqua” che io seguivo dal mio libro. I bambini della Piccinni hanno presentato una poesia, noi abbiamo recitato una poesia dal titolo “Piove pioviccica” e ballato la “Primavera” di Vivaldi. E’ stata una giornata molto istruttiva e mi sono divertita.

Maria Chiara Favale , classe III - scuola primaria

 

Il ventidue marzo è stata la giornata mondiale dell’acqua. Con la mia scuola sono andata in gita alla Biblioteca Nazionale di Bari con la maestra Maria, la maestra Rossella e il maestro Vincenzo. C’erano anche maestre  della scuola secondaria e maestre di altre scuole. Abbiamo incontrato Anna Bossi e Liliana Carone, scrittrice e illustratrice del libro “In un bicchier d’acqua” che mi è piaciuto molto leggere. Abbiamo riflettuto sull’importanza dell’acqua, di non sprecarla mai perché ci sono persone che ancora oggi non hanno la possibilità di bere acqua potabile. Noi alunni dell’IPS ci siamo esibiti in un balletto sul risveglio della natura, mentre i bambini della scuola Piccinni hanno cantato una bellissima canzone che mi ha lasciata a bocca aperta.  Siamo tornati a scuola felici di questa esperienza che personalmente mi ha insegnato ad essere più parsimoniosa nell’usare l’acqua.  Posso concludere dicendo che è stata una bella giornata!

Francesca Di Cosola , classe III - scuola primaria

 

Oggi è stata la giornata mondiale dell’acqua. La nostra scuola ha organizzato una visita alla Biblioteca Nazionale. Abbiamo preso il pullman con le maestre e siamo partiti per la nostra meta. Andando, abbiamo visto molti posti, principalmente il ponte nuovo. Appena siamo arrivati lì, abbiamo trovato una rampa di scale molto lunga; una volta saliti, abbiamo fatto un po’ di strada fino ad arrivare ad un piccolo teatro dove c’era moltissima gente. Non eravamo solamente noi dell’IPS, ma c’erano anche i bambini della scuola Piccinni. Con la direttrice della Biblioteca Nazionale abbiamo parlato un po’ dell’acqua. Alla fine della discussione, hanno presentato tutte le direttrici delle scuola presenti.  Poi Liliana Carone, l’illustratrice del libro “In un biccher d’acqua”, che abbiamo letto a scuola, ha letto un brano di questo libro. I bimbi della scuola Piccinni hanno fatto poi uno spettacolo sull’acqua, che mi è piaciuto abbastanza. In seguito, i ragazzi dell’IPS delle scuola medie hanno parlato dell’acqua al sud.
Poi è toccato a noi della III e della IV elementare: siamo andati su una pedana e abbiamo cantato una canzone dal titolo “Piove pioviccica”; siamo andati in uno stanzino e ci siamo vestiti per un altro spettacolo. Il maestro Vincenzo di musica ha fatto partire la canzone di Antonio Vivaldi “Il risveglio della natura”  e noi abbiamo fatto un balletto. Io interpretavo la nuvola, il personaggio principale dell’acqua. Alla fine siamo usciti e le maestre ci hanno fatto consumare le nostre merende. Poi abbiamo ripreso il pullman e siamo tornati a scuola. Il regalo più bello della giornata sono stati gli applausi del pubblico e le riflessioni che abbiamo fatto sull’acqua, che è un bene veramente prezioso.

Marco Jacobini  , classe III - scuola primaria

Azioni sul documento

Partner del progetto
Logo Carime

La parola speranza viene dal tardo latino sperantia(m), ed indica uno stato d’animo, un sentimento, vissuto da chi è in fiduciosa attesa di un evento, di uno ...

Leggi tutto

La comunicazione tra gli uomini, per essere vera esige gratuità e accoglienza - Carlo Maria Martini