Esaminate ogni cosa e trattenete ciò che è buono Paolo di Tarso
Naviga nella sezione

"Istruzioni per vivere la vita":
Presta attenzione.
Stupisciti.
Raccontalo.
– Mary Oliver

Tu sei qui:Home / Laboratori / Scuola primaria Preziosissimo Sangue / Articoli / Leggere... che passione! Il libro e la lettura rendono liberi e ci emozionano

Leggere... che passione! Il libro e la lettura rendono liberi e ci emozionano

E’ nata un’Associazione che promuove la lettura per tutte le età

La locandina dell'evento

Il libro non è solo carta stampata, ma è anche un’emozione che nasce nel cuore di chi legge e fa esplodere di felicità.

A prima vista, il libro può sembrare solo una rilegatura di cartoncino che può piacere oppure no, ma se si incomincia a sfogliare, si scopre che contiene battute e…emozioni!!
Infatti racconta storie di diverso genere: fiabe, racconti fantastici, fatti reali di vita attuale e passata. Dunque libri per conoscere, ma anche per passare il tempo in modo appassionante.

Quando si legge un libro, sembra che il tempo non passi mai e a me capita di non riuscire a pensare ad altro se non a quello che sto vivendo attraverso la storia raccontata ed ai suoi personaggi.

I miei compagni ed io leggiamo molto in classe e in qualsiasi luogo ci capiti.

La passione per la lettura non si impara, ma viene trasmessa attraverso l’esempio e noi la sentiamo perché la nostra insegnante è un’appassionata lettrice, tanto che ha creato un’associazione che si chiama Puglia Legge, dedicata alla lettura per ragazzi e adulti.
Questa Associazione, curata anche da tutti noi, stimola e accresce la voglia di leggere a tutte le età e si propone di far conoscere Autori, Illustratori e Editori pugliesi, organizzando incontri con scrittori, mostre, mercatini, nelle scuole, ma anche nei luoghi pubblici della città.

Per esempio, in occasione della giornata della Memoria, Puglia Legge, ha organizzato la mostra “Oltre le stelle…mai più il mondo capovolto” che si è svolta dal 28 al 31 gennaio scorso, nella Galleria Comunale Spaziogiovani che si trova a Bari in Via Venezia.
La mostra ha avuto lo scopo di raccontare a noi bambini, ma non solo,la Shoah attraverso le meravigliose tavole originali di Liliana Carone, illustratrice barese. Durante l’inaugurazione della mostra, io ho intervistato Liliana, che disegna e illustra in modo da catturare l’attenzione di tante persone ed usa dei colori brillanti.

Infatti sono stata attratta particolarmente da una delle sue tavole e le ho chiesto: “ Ma se a tutti quei bambini era stata strappata l’infanzia e a loro veniva negato ogni diritto e bisogno, come quello di nutrirsi, perché in uno dei quadri accanto ai bambini, c’è un orsacchiotto che da sempre è il nostro gioco preferito?”
Liliana Carone ha così risposto: “ Il giocattolo, e proprio un orsacchiotto, posto fra il filo spinato, rappresenta la speranza e i bambini sono la speranza perché sono il futuro. Cosa si può cercare oltre le stelle?.....La felicità, la libertà…ognuno cerca quello che più desidera e quello che vuole immaginare”.
E’ vero è proprio quello che succede con la lettura…

Con i miei compagni sto preparando un sito per Puglia Legge e ci divertiamo molto anche a ideare le locandine per le iniziative e ad organizzare quello che la maestra ci propone o le idee che vengono a noi stessi.
Vi aspettiamo agli innumerevoli incontri che si terranno durante i mesi di marzo, aprile e maggio.
Seguiteci…..!!!

Flavia Cassa
Scuola media “Cirillo”

Azioni sul documento
archiviato sotto: ,

Partner del progetto
Logo Carime

La parola speranza viene dal tardo latino sperantia(m), ed indica uno stato d’animo, un sentimento, vissuto da chi è in fiduciosa attesa di un evento, di uno ...

Leggi tutto

Il termine “informare” vuol dire, alla lettera, dare forma, plasmare un data realtà. E’ la nostra coscienza che i media “informano”, cioè modificano, segnano, plasmano. - Carlo Maria Martini