Esaminate ogni cosa e trattenete ciò che è buono Paolo di Tarso
Naviga nella sezione

"Istruzioni per vivere la vita":
Presta attenzione.
Stupisciti.
Raccontalo.
– Mary Oliver

Tu sei qui:Home / Laboratori / Scuola primaria Preziosissimo Sangue / Articoli / La narrazione lenta di Pacobiclip

La narrazione lenta di Pacobiclip

La narrazione lenta, che si sofferma anche su un particolare apparentemente insignificante rende la lettura piacevole e rilassante, come se si volesse rimanere fermi su quell’ attimo per coglierne tutta la bellezza e la tranquillità. Anche le immagini colorate, vivaci e semplici aiutano in questo. La tecnica utilizzata per le illustrazioni è quella del disegno infantile.

Questo fa sì che i disegni non abbiano una funzione decorativa, ma che aiutino il lettore a immedesimarsi nella mente di un bambino per pensare come lui.
I colori diventano più accesi e vivaci con il susseguirsi dei racconti: in “La fonte dell’ acqua ridente” sono più cupi e spenti, per indicare la pesantezza di chi vive nella monotonia; nel secondo, ”Una nave per girare il mondo” , essendo il mare protagonista, dominano le sfumature dell’ azzurro con a tratti colori caldi che fanno capire l’ ambientazione (è pomeriggio); nel terzo, “Pacobiclip e la noosfera”, prevalgono gli anelli colorati del protagonista fantasioso, quindi tutti i toni sono accostati in maniera originale e creativa. Il verde mela con il viola, il turchese con il rosso magenta e il fucsia con il giallo: combinazioni cromatiche che danno ai colori la possibilità di sovrapporsi e di crearne di nuovi.

È lo specchio dell’ immaginazione dei bambini, che sanno percepire più cose contemporaneamente e che, mettendole insieme, riescono a creare, a inventare. Le illustrazioni si integrano perfettamente con il testo e, insieme alla musica, danno l’ idea di guardare un film.

Annamaria Chiarello

Azioni sul documento

Partner del progetto
Logo Carime

La parola speranza viene dal tardo latino sperantia(m), ed indica uno stato d’animo, un sentimento, vissuto da chi è in fiduciosa attesa di un evento, di uno ...

Leggi tutto

Se i modelli di vita proposti ai giovani sono quelli della televisione, come si può pretendere che la gioventù più esposta e indifesa non sia criminaloide? E stata la televisione che ha concluso l’era della pietà e ha iniziato l’era del piacere - Pier Paolo Pasolini