Esaminate ogni cosa e trattenete ciò che è buono Paolo di Tarso
Naviga nella sezione

"Istruzioni per vivere la vita":
Presta attenzione.
Stupisciti.
Raccontalo.
– Mary Oliver

Tu sei qui:Home / Laboratori / Scuola primaria Preziosissimo Sangue / Articoli / I ragazzi del laboratorio Buona notizia al cocktail di versi

I ragazzi del laboratorio Buona notizia al cocktail di versi

Un incontro tra le mimose

I ragazzi del laboratorio Buona notizia al cocktail di versi

In occasione della "Festa della Donna domenica 8 marzo presso il sicilianissimo caffè "I tesori di Sicilia", il movimento Internazionale "Donne e Poesia", ha organizzato la XIV edizione di "Cocktail di Versi".

L'incontro di quest’anno delle poetesse europee è stato dedicato a Santa Scorese, prima vittima di stalking a Bari, persona, giovane donna, dotata di grande spiritualità, simbolo delle donne che ogni giorno rimangono vittime non solo di violenza ma anche di ignoranza e d’ indifferenza .

Il Movimento, e soprattutto la sua fondatrice Anna Santoliquido, hanno voluto dire no ad ogni forma di violenza e, come sempre, hanno voluto dirlo con la poesia, la poesia di donne che parlano lingue diverse ma si somigliano nell’amore per la bellezza, per la pace, per l’amore, per l’accoglienza.

I ragazzi dell’ISTITUTO PREZIOSISSIMO SANGUE, responsabili del LABORATORIO BUONA NOTIZIA, che fa parte del CIRCOLO delle COMUNICAZIONI SOCIALI VITO MAUROGIOVANNI, sono stati invitati per testimoniare la ricerca del buono, del bello nelle realtà in cui viviamo.

Hanno letto alcuni loro piccoli scritti, formulato dei pensieri sulla festa della donna, sulla poesia, sulla donna più importante della loro vita…

Insomma hanno parlato della buona notizia alle poetesse in una pasticceria, con l’odore buono dei dolci, con la bellezza dei colori dei fiori, le mimose, che riempivano la sala.
Ci sono stati in seguito interventi da parte della prof. Elvira Maurogiovanni e di Suor Donata Pepe: tutt’e due hanno parlato di figure femminili, una scrittrice-Natalia Ginzburg-, una santa- Maria De Mattias-, impegnate diversamente, una con la scrittura, l’altra con la testimonianza di fede ad insegnare ai giovani che “l’educazione è …avere a cuore che nei nostri figli non venga mai meno l’amore alla vita”. 
A concludere l'incontro ,infine, la simpaticissima attrice Grazia D' Addario che ha letto un brano in dialetto barese.

Rebecca Rossi, II media

Azioni sul documento

Partner del progetto
Logo Carime

La parola speranza viene dal tardo latino sperantia(m), ed indica uno stato d’animo, un sentimento, vissuto da chi è in fiduciosa attesa di un evento, di uno ...

Leggi tutto

E’ necessario favorire il processo di “uscita dalla massa”, perché le persone, dallo stato di fruitori anonimi dei messaggi e delle immagini massificate, entrino in un rapporto personale come recettori dialoganti, vigilanti e attivi. - Carlo Maria Martini