Esaminate ogni cosa e trattenete ciò che è buono Paolo di Tarso
Naviga nella sezione

"Istruzioni per vivere la vita":
Presta attenzione.
Stupisciti.
Raccontalo.
– Mary Oliver

Tu sei qui:Home / Laboratori / Scuola primaria Preziosissimo Sangue / Articoli / Buone Notizie dalla Scienza (dei Materiali)

Buone Notizie dalla Scienza (dei Materiali)

Un modo nuovo ed interattivo per apprendere le scienze

Buone Notizie dalla Scienza (dei Materiali)

Il giorno 22 Aprile 2013 il professor Francesco Stellacci ha tenuto una conferenza nell’auditorium dell’Istituto Preziosissimo Sangue.

All’incontro erano presenti le scuole primaria e secondaria, alcuni genitori, gli insegnanti e il Preside.

Francesco Stellacci, nato a Bitonto nel 1973, ha conseguito la laurea in ingegneria dei materiali presso il Politecnico di Milano, ottenendo poi il dottorato di ricerca nel 1998. Qui ha potuto conoscere Giuseppe Zerbi, allievo del premio Nobel Giulio Natta. Ha lavorato, come professore associato, presso il Dipartimento di Scienza dei Materiali e Ingegneria al MIT di Boston. Qui, nel 2009, ha inventato una carta in grado di assorbire l'olio dall'acqua, senza bagnarsi. Questo materiale potrebbe essere utile in caso di disastri ecologici causati da versamento di petrolio in mare.

In America ha avuto l’opportunità di collaborare con molti ricercatori tra cui Seth Marder. Nel 2010, si è trasferito presso il Dipartimento di Scienza dei Materiali e Ingegneria al Politecnico di Losanna (Svizzera) come professore ordinario, dove attualmente egli vive e lavora.

Oltre che delle sue ricerche, il Prof. Stellacci ci ha parlato del significato delle parole scienziato e scienza.

Lo scienziato è colui che sa porsi molte domande, è capace di sognare e ha il coraggio di perseguire i propri obiettivi. L’avo di tutti i grandi pensatori è stato l’Homo Sapiens, che ha sperimentato e scoperto sfruttando la sua creatività e la sua intelligenza.

La scienza è, invece, un linguaggio. Come tale, deve essere universale, espresso sempre nel modo più semplice possibile e basato su regole precise (ovvero che determina ciò che è vero o falso in modo esatto e che analizza tutti i fenomeni naturali noti).

Scienziato e scienza hanno lo scopo di risolvere i problemi del mondo, tra cui povertà, malattie, inquinamento.

L’incontro è terminato con una serie di domande e altrettante risposte, utili a dissolvere gli ultimi dubbi o le curiosità degli alunni presenti.

Durante la conferenza, Stellacci ha inoltre svelato un suo piccolo segreto: egli ha sognato sin da piccolo di esercitare questa professione poiché affascinato dalle avventure del personaggio Goldrake.

Ha voluto dunque evidenziare che, nel mondo, serve lavorare nel proprio piccolo e sviluppare la propria sensibilità e l'attenzione ai problemi che oggi affliggono la nostra società, “perché lo scienziato è colui che sogna di lasciare il mondo migliore di come l’ha trovato”.

Ferri Alessandra
II

Azioni sul documento
archiviato sotto: ,

Partner del progetto
Logo Carime

La parola speranza viene dal tardo latino sperantia(m), ed indica uno stato d’animo, un sentimento, vissuto da chi è in fiduciosa attesa di un evento, di uno ...

Leggi tutto

E’ il ben pensare che conduce al ben dire - Francesco De Sanctis