Esaminate ogni cosa e trattenete ciò che è buono Paolo di Tarso

"Istruzioni per vivere la vita":
Presta attenzione.
Stupisciti.
Raccontalo.
– Mary Oliver

Tu sei qui:Home / CarcereLab / Articoli / Libertà. Qui ne senti l’autentico significato perché non sei padrone delle tue azioni

Libertà. Qui ne senti l’autentico significato perché non sei padrone delle tue azioni

 

Osservo, dalla mia finestra a sbarre, un cielo oscuro e tra me e me penso a quando ero piccolo e mi capitava di passare vicino ad un carcere. Dall’esterno rimanevo fermo a fissare proprio quelle finestre e le loro sbarre. E mi chiedevo che vita potesse fare un detenuto.

Oggi, vivendola in prima persona, vi racconto la mia vita da qui, dalla mia cella. Vita che non auguro a nessuno perché, nonostante tutte le cose che di positivo si possono fare (corsi, teatro, scuola, cineforum…), posso garantire che la cosa che più manca in un carcere non è la donna, non sono i soldi, ma quella intimità con una persona, quel valore affettivo che magari fuori trascuri. Pur essendo un ragazzo giovane di 22 anni, questa è la cosa che mi manca di più.

Con questo mio scritto vorrei rivolgermi direttamente ai ragazzi come me che procurano danni alla società: non serve perché qui dentro non si vive, si sopravvive.

La giornata tipica di un detenuto è così semplice da essere pesante da sopportare, ogni giorno si ripetono le stesse cose. Alle 9 si scende, si va al passeggio dove sei circondato da facce stanche e tristi, cancelli e muri alti e grigi che solo a guardarli mettono tristezza. E, nonostante tutto, ridi e scherzi con i tuoi compagni di detenzione. Ma poi arriva il momento in cui pensi alla libertà.

Libertà. Una semplice parola ma con un significato immenso. Una parola che non ha prezzo.

Qui ne senti il suo autentico significato perché non sei padrone delle tue azioni.

È per questo che mi rivolgo ai miei coetanei e li invito a riflettere sui valori veri della vita.

Qui dentro sono anni, mesi e giorni sprecati, anche se qui ho trovato valori e sentimenti che fuori avevo trascurato. Valori e consapevolezze diverse, che mi stanno facendo credere che avrei potuto avere una vita diversa, che sarei potuto essere una persona migliore.

Queste riflessioni sono il frutto di un periodo di lunga solitudine e mi auguro che possano essere d’aiuto a chi gode ancora della libertà di scegliere chi poter essere e, forte di questa libertà, sceglie di non commettere grossi sbagli che possano portarlo qui, dove la vita si vede scorrere e scivolare via…

Luigi

Azioni sul documento
archiviato sotto:

Partner del progetto
Logo Carime

La parola speranza viene dal tardo latino sperantia(m), ed indica uno stato d’animo, un sentimento, vissuto da chi è in fiduciosa attesa di un evento, di uno ...

Leggi tutto

La vera grandezza dell’uomo é nel cuore non nell’intelletto - Gandhi